I parchi attorno a noi

Parco Naturale Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi
Il parco si estende su una superficie di 10000 ettari , è un’oasi di natura che offre la possibilità di effettuare escursioni nei suoi moltissimi sentieri, ammirando le ricchezze floro-faunistiche tipiche dell'ambiente preappenninico. Interessanti i fenomeni naturali che coinvolgono quest'area: il carsismo e la presenza di sorgenti solfuree. Splendido esempio carsico é la suggestiva Gola di Frasassi, scavata dalle acque del fiume Sentino, che per millenni ha modellato questi luoghi, creando dirupi rocciosi e dando origine ad un regno sotterraneo di ineguagliabile splendore: le Grotte di Frasassi.

Riserva Naturale Regionale Ripa Bianca
“… e ragazzi, ricordate nessun film, nessuna fotografia, per quanto belli vi permetteranno di amare la ricchezza, i colori, la vita nascosta della natura fluviale. Senza dubbio qualunque documentario ha un valore molto modesto rispetto all’esperienza diretta di una vita umile e curiosa del fiume…”
La Riserva Regionale gestita dal WWF Italia tutela la biodiversità presente in una delle poche aree umide della Regione Marche, è tra i siti più importanti per la presenza di uccelli legati agli ambienti umidi (ardeidi, limicoli, anatidi)

Riserva Naturale Statale Gola del Furlo
3600 ettari di boschi, pascoli e cime incontaminate, un autentico paradiso dove la suggestione del paesaggio si unisce ad un prodigiosa ricchezza naturalistica che vanta esemplari di flora e fauna davvero singolari: l’aquila reale, il falco pellegrino, il gufo reale, il picchio muraiolo, la rondine montana, il rondone maggiore, il gracchio corallino. E poi al Furlo vivono lupi, caprioli, daini e cinghiali.

Parco Regionale Naturale del Conero
Il Parco è un palcoscenico di rara bellezza che comprende un tratto di costa alta, oltre ad un’ampia fascia collinare interna, caratterizzati da scorci panoramici e da tanta storia, un’area di 6011 ettari ricadente nei territori di Ancona, Camerano, Numana e Sirolo. L’area protetta è abitata da numerose specie di animali: nell’ultimo decennio sono state censite oltre 200 specie. E’ possibile visitare il Parco a piedi, a cavallo o in mountain bike con un reticolo di 18 sentieri presenti all’interno dell’area.